Avvisi:

 


Santa Giustina



Scrivi a
Don Giuseppe

contatti

Flash MP3 Player

No flash player!

It looks like you don't have flash player installed. Click here to go to Macromedia download page.


Powered by Flash MP3 Player

Orario S.Messe

Invernale:
Feriali:
ore 17.00
Prefestivo
ore 17.00
Festivo
ore 7.30 - 9.30 - 11.00

..........................................

Estivo:
Feriali:
ore 17.30
Prefestivo
ore 17.30
Festivo
ore 7.30 - 10.30

Il Vangelo di oggi:

TV Lourdes

lourd tv
in diretta 24 ore su 24:

TV Fatima

lourd tv
in diretta 24 ore su 24:

Telepace

Telepace tv
in diretta 24 ore su 24:

Tele Padre Pio

Padre Pio Tv
in diretta 24 ore su 24:

TV 2000

Tv 2000
in diretta 24 ore su 24:

Evangeli.net

News:
3 Settembre 2017
Festa parrocchiale della Madonna

foto


Maria speranza del mondo!

Con tutta la chiesa stiamo ancora celebrando il centenario di Fatima e Fatima è un grosso avvenimento - avvertimento da parte della Vergine Santa per le sorti dell’umanità; è un veemente appello alla conversione e alla penitenza. Le sei volte che si manifestò ai bambini, Nostra Signora era triste, per l’indifferenza dinanzi ai peccati commessi, e invitava così alla preghiera e al sacrificio. Maria quale Mamma e maestra, confidava ai bambini i meccanismi che conducono alla guerra, l’ateismo che vuole cancellare le orme di Dio in questo mondo, la persecuzione nei confronti della chiesa, l’apatia e lo spirito mondano in seno anche ai credenti stessi.

La dolce Signora richiamava l’umanità a un cammino di purificazione e di riparazione concretizzato nell’atto di adorazione di Dio nel mistero Eucaristico:”Mio Dio vi adoro, mio Dio vi amo…” e nella preghiera del Rosario; preghiera che può spegnere anche le guerre e che rende narrativamente presente tutti i momenti della vita di Gesù e di Maria.

Confidiamo nella forza della Madre che rivela la forza di Dio stesso, nello sforzo per tentare tutto il possibile per fermare il potere del male e affinchè le forze del bene continuino a crescere. La Vergine di Fatima rivitalizzi la nostra adesione a Gesù con il coraggio di una testimonianza gioiosa ed entusiasta. Vogliamo essere tutti tuoi o Maria!

Don Giuseppe
Natale: il dolce mistero dell’Incarnazione
foto


“Dio Padre ha tanto amato il mondo da dare il Suo Figlio per noi”! ( Gv. 3,16) è il troppo grande Amore per l’uomo, che provoca l’irruzione di Dio sulla terra. Il mistero del Natale non accade solo perché il Padre invita il Figlio a scendere per espiare il peccato, ma ancor più per un dovere del Figlio di rallegrare la sua Sposa (l’umanità, l’uomo) e per una sorta di anticipato e insondabile desiderio (l’imperscrutabile sapienza) del Padre. Il Padre ha dato dunque al Figlio una Sposa umana da amare; ora l’amore esige inesorabilmente che il Figlio si faccia uomo ( il dolore della passione e del sacrificio dipendono dal fatto che l’amata si è lasciata sedurre e si è perduta). Il Figlio scenderà in terra per raccontare agli uomini la bontà del Padre, la sua regalità, la sua saggezza e la sua giustizia. “E darò al mondo la notizia della tua dolce bellezza, andrò a portare l’annuncio del tuo sovrano potere”(S.Giovanni d.Croce). Il Figlio è il rivelatore del Padre e si lascia così inviare nel mondo e si addosserà per l’immenso amore che ha per noi, anche l’aspetto redentivo: mistero pasquale di passione morte e risurrezione. Il progetto inziale del Padre resta intatto: prendersi la Sposa, rivelarle il Padre e ricondurla là dove è stata creata ed è in attesa: in sinu Patris. Il legame del Padre con il Figlio ha il suo riflesso terreno nella Vergine Madre: “Colui che aveva soltanto un Padre ora ha anche una Madre”. La formazione di Gesù nel grembo materno è pure l’incontro nuziale tra la natura umana e quella divina. Nel Natale del Redentore, Maria prende coscienza della sua nuzialità: Maria è assieme la Sposa del Verbo e la Madre che assiste alle nozze dello Sposo con la Sposa. Infine nel dolce mistero dell’Incarnazione ammiriamo anche il mirabile scambio dello Sposo con la Sposa: noi diamo a Gesù le nostre ferite e dolori, Lui ci dona la delicata tenerezza della sua gioia e della sua luce. “La madre è stupita dello scambio che essa vede: pianto umano scorge in Dio, e nell’uomo gioia piena”. Che il Verbo tocchi il nostro cuore e la mano carezzevole del Padre porti a compimento la vocazione assegnata a ciascuno di noi, della piena comunione mistica d’amore con Sé.

Santo Natale 2016

Don Giuseppe

<< Precedenti - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 - Succesive >>