Avvisi:

 


Santa Giustina



Scrivi a
Don Giuseppe

contatti

Flash MP3 Player

No flash player!

It looks like you don't have flash player installed. Click here to go to Macromedia download page.


Powered by Flash MP3 Player

Orario S.Messe

Invernale:
Feriali:
ore 17.00
Prefestivo
ore 17.00
Festivo
ore 7.30 - 9.30 - 11.00

..........................................

Estivo:
Feriali:
ore 17.30
Prefestivo
ore 17.30
Festivo
ore 7.30 - 10.30

Il Vangelo di oggi:

TV Lourdes

lourd tv
in diretta 24 ore su 24:

TV Fatima

lourd tv
in diretta 24 ore su 24:

Telepace

Telepace tv
in diretta 24 ore su 24:

Tele Padre Pio

Padre Pio Tv
in diretta 24 ore su 24:

TV 2000

Tv 2000
in diretta 24 ore su 24:

Evangeli.net

News:
SALUTO AL VESCOVO
IN OCCASIONE DELLA
VISITA PASTORALE



Eccellenza Rev.ma Mons. Francesco, benvenuto nella nostra bella chiesa e nella nostra grande famiglia che è la comunità parrocchiale di S.Giustina. Ci auguriamo che si possa sentire in questi giorni a suo agio, accolto come in famiglia. E’ una gioia per noi riceverla, coscienti che ci rappresenta Cristo Buon pastore che visita una porzione del suo gregge e che viene nel nome del Signore per confermarci nel nostro cammino di fede, per incoraggiarci, sostenerci e confortarci, quale padre nella fede. Ecco la mia o nostra comunità; è una bella comunità che pur con tutte le difficoltà del momento storico che attraversa il nostro mondo, è viva perché vuole vivere la vita nuova in Cristo Gesù. E’ una comunità di cui ne vado fiero, mi stimo della mia comunità anche dei fiori che oggi ricevono lo Spirito santo, sono anche bravi. Con molti ho un rapporto famigliare, di amicizia vera; ci sono tante persone buone le quali offrono la loro laboriosa opera e la loro continua preghiera, sono gli operai del Vangelo, di cui ringrazio il Signore. La nostra è una comunità continuamente sollecitata dall’ascolto della Parola di Dio, dalla carità del Vangelo, dalla Eucaristia domenicale e dall’amore alla Chiesa. Oltre a queste linee portanti, la parrocchia si è distinta in questi ultimi anni, nell’amore e nella devozione verso la nostra tenerissima Madre, Maria Santissima, spesse volte nostra ospite, proveniente da alcuni santuari famosi, tanto che è stata anche posta sul pinacolo della stessa nostra chiesa. Grandi e significativi sono stati gli insegnamenti sulla Madre di Dio, che abbiamo attinto nei vari eventi e nondimeno nelle diverse tematiche dei mesi di maggio di ogni anno. In ciò non dimentichiamo di essere stati sollecitati fortemente dall’impronta pastorale di Giovanni Paolo II, il grande pontefice mariano: il suo motto “ Totus tuus” brilla ogni notte sul nostro campanile assieme alla croce luminosa. Inutile poi non riconoscere il nostro filing, come lei già sa Eccellenza, con S.Teresa di Lisieux, tanto che non poche persone identificano la parrocchia con la Santa lexonviense. Diverse volte e per diverse visite, potremo dire che Lei ha abitato qui, trascinando con sé un mare di grazia e di grazie alla comunità e alle tante persone qui convenute. La parrocchia ha vissuto momenti di altissima emozione e intensa preghiera dovendo anche accogliere autentiche fiumane di folla specialmente nell’evento del 1996. La parrocchia in tutto questo è cresciuta tantissimo spiritualmente, ricevendo anche favori spirituali ma soprattutto nel conoscere il suo pensiero teologico magisteriale altamente prezioso; molte sono ancora le persone che vengono da fuori a pregarla e che a loro volta ci chiedono preghiera e aiuto, tanto che mensilmente il 30 di ogni mese facciamo una serata teresiana con la celebrazione eucaristia e l’Adorazione meditando i suoi scritti. Le assicuro che ogni giorno, eccellenza presento anche lei alla santa delle rose per il suo non facile compito, fra l’altro sono stato, lei mi diceva, l’unico prete di Rimini a ricevere prima che lei venisse qui a Rimini nell’estate un suo ricordo nella preghiera proprio da Lisieux ( che ancora conservo magari come reliquia in caso di beatificazione). Potrei continuare sul tema ma basta… Come avrà verificato dall’ampia relazione a lei convenuta, si sarà reso conto che la nostra comunità vuole essere anzitutto una comunità che prega e che cura particolarmente la liturgia: il canto liturgico ben fatto, la riflessione sulla Parola di Dio diffusa anche via Radio il sabato sera, di sovente l’Adorazione Eucaristica anche notturna, la recita delle Ore del Salterio insieme, compreso l’Ufficio delle letture, la recita comunitaria ed anche via Radio del S.Rosario, sono le realtà che scandiscono la nostra vita di pietà quotidiana. Una comunità che prega è anche attenta alle esigenze di tutti, dei poveri e dei malati, degli ultimi; cura anche particolarmente il decoro della Chiesa grazie all’impegno costante di alcune persone che oltre al tempo aggiungono tanto amore e fede. Crediamo che anche una chiesa pulita e ordinata, come diceva il Santo curato D’Ars sia segno anche di fede e rechi un messaggio a coloro che la visitano. Entrando un po’ nel tessuto della vita parrocchiale, la comunità si sforza di arrivare a tutti con le iniziative che ci propone la diocesi e quelle che poi scaturiscono dalle richieste stesse della parrocchia. Ogni anno la parrocchia viene visitata interamente tramite la visita alle famiglie nel periodo pasquale, poi in certo senso viene rivisitata nel mese mariano a motivo della Peregrinatio Mariae che facciamo da più di vent’anni nelle varie zone del territorio dove dal 1994 sono state costruite diverse cappelline o edicole in cui si onora la Vergine o S.Teresa. Queste 7 zone poi settimanalmente a turno recitano il Rosario serale per radio. Una breve parentesi sulla radio: dal 1990 circa trasmettiamo dal mattino alle ore 7.30 fino alla sera alle 21.30 circa tutte le celebrazioni che si fanno in chiesa poi altri programmi per lo più registrati, con molti canti in maniera che chi vuole, può essere a contatto diretto con la parrocchia. Tale strumento è molto caro agli ammalati e alle persone che lo desiderano, si irradiano solo argomenti religiosi. Stiamo anche pregando che non ci venga soppresso per alcune difficoltà sorte da un certo tempo. La parrocchia organizza, campeggi, gite, uscite, centro estivo per i ragazzi e famiglie con risultati soddisfacenti che mirano a costruire amicizia fra le famiglie e gli stessi ragazzi; è assai importante l’impegno a fraternizzare usando un po’ tutte le iniziative, comprese feste di compleanno, anniversari e ricorrenze varie. Abbiamo iniziato a parlare anche di pastorale integrata facendo i primi passi come del resto tutta la diocesi si impegna a fare. Più problematico ultimamente è discorso dei ragazzi più grandi, anche se si continua a curare il dopo cresima cercando di coinvolgere anche i genitori, a ciò bisogna anche aggiungere il forte calo di nascite si pensi anni 80 a 50 nascite alle 10-11 attuali… i cresimandi di quest’anno sono una eccezione. Lusinghiero almeno ad anni alterni è il gruppo dei fidanzati che si preparano al matrimonio dove si riesce a riallacciare i rapporti creando con alcuni una vera amicizia tanto da poter poi seguitare anche dopo il matrimonio incontri mensili. Infine, eccellenza, io sono parroco qui dal 1983 e in questo periodo di tempo ha assistito a non pochi cambiamenti; già fine anni settanta e primi dell’ottanta la comunità aveva un aumento di circa un centinaio di famiglie con varie provenienze, l’attuale PEP, i cui nuclei si inserivano con difficoltà nel tessuto della parrocchia; a questi si aggiungevano altri nella zona popolare e le difficoltà in questo senso aumentavano, fino ad arrivare agli ultimi arrivati dei quali una parte sono stranieri o di altre religioni, i rimanenti italiani, a motivo del lavoro registrano sempre meno tempo per la vita parrocchiale salvo per le chiamate particolari per i sacramenti. A ciò si deve aggiungere specie negli arrivi ma anche in quelli qui residenti sempre di più la situazione poco confortante delle coppie irregolari come un po’ si registra su tutto il territorio italiano. Eccellenza come vede il lavoro è tanto ancora da fare ma con l’aiuto del Signore soprattutto e con le nostre povere forze ci impegniamo a svolgere, quali umili operai della vigna del Signore.

D.Giuseppe
29 Aprile 2012 - Parrocchia S.Giustina di Rimini
VISITA PASTORALE
DEL NOSTRO VESCOVO MONS. FRANCESCO



Amici carissimi, da domenica 29 aprile fino al 5 maggio abbiamo la gioia e l’opportunità di accogliere il nostro eccellentissimo Vescovo Mons. Francesco.
Molte volte lo avremmo desiderato con noi ma i suoi tanti impegni pastorali ce lo hanno impedito, ora viene e sta con noi in diversi incontri.
E’ una felice occasione, come ci ricorda Lui: ”per lodare, stimolare, consolare noi operai evangelici, rendendosi conto direttamente delle difficoltà dell’evangelizzazione e dell’apostolato”, impegno questo, oggi più che mai diventato urgente a motivo dei grandi mutamenti.
Ci prepareremo a questo incontro di fede e nella fede con l’adorazione quotidiana nella settimana che precede la sua venuta assicurando poi la nostra costante partecipazione alle varie giornate a cui siamo invitati dal programma.
Chiediamo a tutti il massimo impegno per accogliere nella fede il Pastore della nostra Diocesi Mons. Francesco.


Rimini 16 aprile 2012  
il parroco D.Giuseppe
La nostra chiesa
foto



Il significato della visita

Con la visita pastorale il vescovo si presenta in modo concreto come principio e fondamento visibile dell'unità nella chiesa particolare affidatagli.
Poichè la visita pastorale tocca tutta la diocesi con le sue varie categorie di persone, di luoghi sacri, strutture ed istituzioni essa offre al vescovo una felice occasione di lodare, stimolare, consolare gli operai evangelici, rendendosi conto personalmente delle difficoltà dell'evangelizzazione e dell'apostolato, di riesaminare e rivalutare il programma della pastorale organica, di raggiungere il cuore dei fratelli, di ravvivare le energie forse illanguidite, di chiamare insomma tutti i fedeli al rinnovamento della propria coscienza e ad una più intensa attività apostolica.
Quindi il primo posto nella visita l'hanno le persone, sia individualmente sia in associazioni, specialmente quelle che prendono parte all'apostolato.
Per i sacri ministri la visita è un servizio di aiuto da parte del vescovo piuttosto che uno strumento di indagine".  (Ecclesiae imago n. 166)

Programma della visita

Domenica 29 Aprile ore 17.00
Accoglienza del Vescovo sul piazzale della chiesa. Inizio visita pastorale, quindi S. Cresima a 24 ragazzi.

Giovedì 3 Maggio
Ore 15.00 Incontro del Vescovo Scuole elementari
    16.30  Legio Mariae
    18.00  Priorato S.Giorgio
    21.00  Incontro giovani coppie
    
Venerdì 4 Maggio
    Ore 15.00  I - II Media
    17.30 Missione Teresiana
    18.30 Colloqui con il Vescovo
    19.45 Cena assieme al consiglio           
    21.00 Consiglio pastorale par.

Sabato 5 Maggio
    Ore 16.00 Ragazzi  III media e superiori
    16.30 Adorazione Eucaristica
    17.30 Celebrazione Eucaristica e conclusione della visita.

<< Precedenti - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 - Succesive >>