Avvisi:

 


Santa Giustina



Scrivi a
Don Giuseppe

contatti

Flash MP3 Player

No flash player!

It looks like you don't have flash player installed. Click here to go to Macromedia download page.


Powered by Flash MP3 Player

Orario S.Messe

Invernale:
Feriali:
ore 17.00
Prefestivo
ore 17.00
Festivo
ore 7.30 - 9.30 - 11.00

..........................................

Estivo:
Feriali:
ore 17.30
Prefestivo
ore 17.30
Festivo
ore 7.30 - 10.30

Il Vangelo di oggi:

TV Lourdes

lourd tv
in diretta 24 ore su 24:

TV Fatima

lourd tv
in diretta 24 ore su 24:

Telepace

Telepace tv
in diretta 24 ore su 24:

Tele Padre Pio

Padre Pio Tv
in diretta 24 ore su 24:

TV 2000

Tv 2000
in diretta 24 ore su 24:

Evangeli.net

News:
VISITA PASTORALE
DEL NOSTRO VESCOVO MONS. FRANCESCO



Amici carissimi, da domenica 29 aprile fino al 5 maggio abbiamo la gioia e l’opportunità di accogliere il nostro eccellentissimo Vescovo Mons. Francesco.
Molte volte lo avremmo desiderato con noi ma i suoi tanti impegni pastorali ce lo hanno impedito, ora viene e sta con noi in diversi incontri.
E’ una felice occasione, come ci ricorda Lui: ”per lodare, stimolare, consolare noi operai evangelici, rendendosi conto direttamente delle difficoltà dell’evangelizzazione e dell’apostolato”, impegno questo, oggi più che mai diventato urgente a motivo dei grandi mutamenti.
Ci prepareremo a questo incontro di fede e nella fede con l’adorazione quotidiana nella settimana che precede la sua venuta assicurando poi la nostra costante partecipazione alle varie giornate a cui siamo invitati dal programma.
Chiediamo a tutti il massimo impegno per accogliere nella fede il Pastore della nostra Diocesi Mons. Francesco.


Rimini 16 aprile 2012  
il parroco D.Giuseppe
La nostra chiesa
foto



Il significato della visita

Con la visita pastorale il vescovo si presenta in modo concreto come principio e fondamento visibile dell'unità nella chiesa particolare affidatagli.
Poichè la visita pastorale tocca tutta la diocesi con le sue varie categorie di persone, di luoghi sacri, strutture ed istituzioni essa offre al vescovo una felice occasione di lodare, stimolare, consolare gli operai evangelici, rendendosi conto personalmente delle difficoltà dell'evangelizzazione e dell'apostolato, di riesaminare e rivalutare il programma della pastorale organica, di raggiungere il cuore dei fratelli, di ravvivare le energie forse illanguidite, di chiamare insomma tutti i fedeli al rinnovamento della propria coscienza e ad una più intensa attività apostolica.
Quindi il primo posto nella visita l'hanno le persone, sia individualmente sia in associazioni, specialmente quelle che prendono parte all'apostolato.
Per i sacri ministri la visita è un servizio di aiuto da parte del vescovo piuttosto che uno strumento di indagine".  (Ecclesiae imago n. 166)

Programma della visita

Domenica 29 Aprile ore 17.00
Accoglienza del Vescovo sul piazzale della chiesa. Inizio visita pastorale, quindi S. Cresima a 24 ragazzi.

Giovedì 3 Maggio
Ore 15.00 Incontro del Vescovo Scuole elementari
    16.30  Legio Mariae
    18.00  Priorato S.Giorgio
    21.00  Incontro giovani coppie
    
Venerdì 4 Maggio
    Ore 15.00  I - II Media
    17.30 Missione Teresiana
    18.30 Colloqui con il Vescovo
    19.45 Cena assieme al consiglio           
    21.00 Consiglio pastorale par.

Sabato 5 Maggio
    Ore 16.00 Ragazzi  III media e superiori
    16.30 Adorazione Eucaristica
    17.30 Celebrazione Eucaristica e conclusione della visita.
IL MOSAICO DEL NOSTRO ALTARE
NELLA CHIESA DI S.GIUSTINA DI RIMINI


foto

La nostra Chiesa di S.Giustina di Rimini gioisce ed è orgogliosa di poter ammirare l’altare rinnovata e ricreata come nuova, ad opera dell’artista del caro amico P.Mark Ivan Rupnik al quale va la nostra profonda riconoscenza e gratitudine. P.Mark è un sacerdote, che anzitutto prega e testimonia la sua profonda fede, oltre che nel andare per il mondo a predicare Esercizi Spirituali a vescovi e sacerdoti, in modo speciale trasmette questo suo spirito nell’arte mosaicista quasi a diventare un catechismo su Gesù Cristo e la sua Chiesa, carico di fascino e di bellezza che ti lasciano senza fiato. Le sue opere già da oltre un ventennio splendono in molte chiese del mondo: sua è la Cappella Redemptoris Mater in Vaticano, i capolavori alla tomba di P. Pio, la cattedrale di Madrid, il santuario di Lourdes. Molte sono le opere in America del Nord, Europa, Medio Oriente. Ritengo una grazia avere una sua opera nella nostra chiesa!
foto

Dunque entrando in chiesa siamo subito affascinati dallo splendore del cippo o base dell’altare dove emerge il volto di Gesù glorioso benedicente con la ferita del costato aperta; i suoi occhi penetranti e scrutanti ti seguono ovunque e sono un invito ad alzare il capo sull’altare dove Gesù lo incontri nella Celebrazione Eucaristica o per adorarlo nel tabernacolo dove sei invitato ad elevare ulteriormente il capo. Gesù immerso nell’oro si staglia solenne e misericordioso quasi che si stacchi dal mosaico e ti venga incontro per accoglierti per farti festa. E’ Bellissimo!
foto

foto

Gesù è poi affiancato a destra e a sinistra da due nostri carissimi amici: P. Pio e S. Teresa; il tutto rappresenta la chiesa santa di Dio, santa perché santo è Gesù Cristo poi perché è luogo di Santi. Questi due amici celesti sono coloro che in questi non pochi anni in cui siamo assieme, sono stati più vicini e sono anche quelli più conosciuti e che più ci conoscono e ci amano. Ogni Eucaristia ci immerge nel Cuore di Cristo Gesù e ci pone in intima comunione con la Vergine Maria e con i santi. P.Pio benedicente si riconosce dalle sacre stimmate e S.Teresa invece abbraccia la Croce. I visi dei due santi sono sereni e pieni di luce del Cristo e stanno prostrati verso di Lui e verso di noi, quasi ascoltino le nostre lodi e suppliche.

foto

Infine l’ambone, anch’esso ricreato nuovo dalla presenza dinamica e movimentata della colomba dello Spirito Santo, è splendido; lo Spirito Santo necessita un momento di attenzione per vederlo nel suo aleggiare come ce lo dipinge Genesi 1,2. Ci auguriamo che contemplando lo Spirito Santo mentre ascoltiamo la Parola di Dio, invada le nostre persone e tutta la Santa Chiesa di Dio.
D.Giuseppe

foto

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

P. Marko Ivan Rupnik


foto

P. Marko Ivan Rupnik è nato nel 1954 a Zadlog, in Slovenia. Nel 1973 entra nella Compagnia di Gesù. Dopo la filosofia, studia all’Accademia di Belle Arti di Roma. Seguono gli studi di teologia alla Gregoriana a Roma. Qui si specializza in missiologia, con una licenza su "Vassilij Kandinskij come approccio a una lettura del significato teologico dell’arte moderna alla luce della teologia russa". Diventa sacerdote nel 1985. Nel 1991 consegue il dottorato alla Facoltà di missiologia della Gregoriana con una tesi guidata da P. Špidlík dal titolo “Il significato teologico missionario dell’arte nella saggistica di Vjaceslav Ivanovic Ivanov. Dal settembre 1991 vive e lavora a Roma presso il Pontificio Istituto Orientale – Centro Aletti di cui è direttore. Insegna alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Liturgico. Dal 1995 è Direttore dell’Atelier dell’arte spirituale del Centro Aletti. Dal 1999 è consultore del Pontificio Consiglio per la Cultura. All’attività di artista e di teologo affianca da sempre quella più specificamente pastorale, soprattutto attraverso conferenze e la guida di numerosi corsi ed esercizi spirituali”.

L’Atelier - permanente cantiere comunitario
L’Atelier è uno spazio in cui un gruppo di artisti cristiani vive, prega e lavora insieme. Oltre a varie tecniche artistiche, vi si studia teologia, liturgia, bibbia, spiritualità. L’Atelier si propone come via per aiutare un nuovo incontro tra l’arte e la fede, tra le diverse Chiese e gli artisti. A questo incontro non si può giungere astrattamente, solo per una via teorica. Esso avviene di fatto all’interno dell’artista e per questo si ritiene importante favorire l’ambito in cui l’artista può creare tale sintesi. L’Atelier, permanente cantiere comunitario, si occupa quasi esclusivamente di arte liturgica. Nell’équipe ci sono anche architetti, in modo da poter gestire tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione dello spazio ecclesiale fino alla realizzazione dell’arredo liturgico e delle opere d’arte (mosaici, vetrate, pittura…). Nelle altre pagine di questa sezione si possono leggere alcuni criteri che vengono seguiti nell'Atelier

Missione affidata dal Papa Giovanni Paolo II
“Ho voluto inaugurare di persona questo Centro di Studi e Ricerche “Ezio Aletti”, perché esso è stato recentemente istituito come parte del Pontificio Istituto Orientale, con lo scopo di creare occasioni privilegiate d’incontro e di scambio sul Cristianesimo dell’Est europeo. Esso intende in particolare favorire fra gli stessi orientali la ricerca del significato della fede all’indomani della caduta dei regimi marxisti e di fronte all’estendersi delle acquisizioni, ma anche dei falsi miti della cultura occidentale. Trovo particolarmente significativo il confronto fraterno fra Cattolici e Ortodossi che qui si promuove, animato da religiosi e religiose che vi mettono a disposizione la propria competenza. Qui si vede già come il vivere insieme, il conoscersi, l’affrontare approfondimenti comuni sia una via regale nella ricerca di una più profonda comunione fra le Chiese. Noi vogliamo porre questo Centro sotto la protezione della Vergine Santissima.

Santa Madre di Dio, tu che sei più vasta dei cieli,
poiché hai racchiuso in Te
Colui che i cieli non sanno contenere,
volgi il tuo sguardo materno a questa casa
dove uomini e donne cercano,
nel silenzio dell’ascolto e nella comunione dei cuori,
un futuro di fede per l’Europa
e si sforzano di scoprire
che cosa vogliono afferrare le mani tese
degli uomini e delle donne di oggi.
Dona loro la pace dei pellegrini e la gioia di camminare insieme,
perché anche l’Europa accolga sempre più nel suo grembo,
come tu hai fatto, il Verbo di vita, unica speranza del mondo.
(Giovanni Paolo II al Centro Aletti il 12 dicembre 1993)

<< Precedenti - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 - Succesive >>